domenica 16 dicembre 2007

Che augurio?


Quest’anno è molto difficile pensare al Natale come un giorno di festa e allegria; sono stati mesi faticosi e dolorosi…ma forse è in queste circostanze che dovremmo riflettere su quanto certi valori siano ancora importanti. In questo Santo Natale l’augurio che voglio fare alla mia famiglia, e a tutte le famiglie che soffrono per qualche motivo, è di riuscire a rincantucciarsi davanti al presepe, lasciandosi guardare da Gesù, lasciando che Lui guarisca, rimargini e salvi.

1 commento:

Maria ha detto...

E' vero che è difficile pensare alla gioia del Natale nella situazione in cui ti trovi, ma è molto bello l'augurio che tu fai a quanti come voi stanno passando una situazione difficile. Anchio mi unisco in questo augurio.