mercoledì 23 febbraio 2011

Al cimitero...

Oggi ho deciso di fare un salto al cimitero per portare un fiore al mio papà.... al ritorno mi sono bloccata in mezzo al cimitero non credendo ai miei occhi...Mi sono tolta gli occhiali ,ho strofinato gli occhi, pulito gli occhiali e una volta riposizionati sopra il mio naso non sapevo se ridere o piangere!
Il cancello sembrava chiuso...anzi togliamo il "sembrava" era chiuso!!!!
E io ero al di qua del cancello e al di là non c'era nessuno!!!!
Sono scoppiata a ridere, mi sono seduta sullo scalino e per fortuna avevo il cellulare!!!!
Intanto che aspettavo il custode mi sono goduta quell'immenso silenzio, musica per le mie orecchie. Da quanto tempo non avevo un po' di questa tranquillità... è durata poco, solo 10 minuti!!!
Ma che ridere!!!

3 commenti:

Maria ha detto...

ma che ora sei andata al cimitero? Anchio oggi sono andata in quell'angolino dove si trova papà e gli ho parlato con tanto affetto e nostalgia.... mi è sempre tanto caro e mi ritorna alla mente ogni suo gesto di affetto, frettoloso,s enza nessuna apparenza. Un bacione a tutti e un ricordo particolare

Anonimo ha detto...

ciao, non sono l'unica a far aprire le porte del cimitero, pensa che due domeniche fa alle ore 17,30 si presenta un sacerdote (in sacrestia della ns chiesa): Egli è (parroco di un paesino della ns diocesi) che a tutti i costi doveva entrare nel camposanto. Dopo varie telefonate al custode e tralascio il resto delle parole quando era buio siamo entrati e anch'io ho notato quell'immenso silenzio che c'era... Ciao, un ricordo per il tuo papà, un bacio ai bambini Chiara

Anonimo ha detto...

hai avuto coraggio altrochè! Io mi sarei messa a urlare come un invasata!

Unachicca.